Profilo   

Materdomini è il composto latino di un titolo attribuito alla Vergine dal Concilio di Efeso nell'anno 431, quando i Padri Conciliari e il popolo proclamarono con entusiasmo Maria Madre di Dio. La storia della borgata irpina, frazione del Comune di Caposele, in provincia di Avellino, risale al 1200, anno in cui è segnalata la presenza di una piccola Chiesa eretta a picco sopra le sorgenti del fiume Sele, con il titolo di Sancta Maria de Silere. Il terremoto del 1731 causò danni ai paesi irpini e la chiesetta di Materdomini fu distrutta. Nel 1736 cominciarono i lavori di ricostruzione.

Gli studi a Materdomini

Trascorso il periodo del noviziato e pronunciati i voti, Padre Antonio Maria Losito partì per lo Studentato di Materdomini.
In quel periodo scoppiarono i moti politici del 1860, ed il Collegio di Materdomini subì la sorte di quasi tutti gli altri Collegi dell'ex Regno di Napoli: fu adibito a dimora dei Borbonici, covo di ladruncoli, briganti e reazionari.
Nel trambusto generale, nell'incertezza dell'avvenire degli studenti, nell'amarezza di vedersi messi alla porta, solo lui, Padre Losito, rimase tranquillo ed in apparenza imperturbabile. Viveva le angustie dei compagni, ma l'afflizione interiore in lui traspariva appena dal volto.
Mai nessuna manifestazione esteriore, nessuna alterazione né parole diverse uscivano dalla sua bocca se non quelle di rassegnazione e conforto. Mai un biasimo, né un lamento, mai un giudizio contro coloro che gli procuravano danno e sofferenza.

Antica Basilica di Materdomini

 


Per saperne di più su Materdomini clicca sul banner qui sotto!

Vai su www.sangerardo.it