Lettera scritta da Padre Antonio Maria Losito al popolo canosino per la costruzione di un nuovo Organo nel Duomo di San Sabino.
(Pagani, 1 Dicembre 1908)


J.M.J.A.

Amati Concittadini,

    sono lieto di presentarmi nuovamente a voi. Grande Ŕ la gloria vostra dinanzi al Cielo ed alla terra: i nostri Santi Protettori sono compiaciutissimi di quanto avete fatto per la gloria loro, e gli uomini non finiranno di ammirare le magnificenze del nostro Duomo; e quello che ha sublimato a dismisura le meraviglie della nostra Chiesa Ŕ stato il raro, eccezionale, invidiabile privilegio dell'Altare Papale concesso con specialissima benevolenza dal Regnante Pontefice Papa Pio X.
    Quanti popoli non amerebbero un tanto privilegio! Ma non lo hanno; voi l'avete! Godete adunque ed esultate grandemente nel Signore! L'ingrandimento del nostro Tempio, la profusione dei marmi, l'Altare Basilicale e Papale sono un monumento che predicherÓ a tutte le generazioni venture quanta sia stata la vostra fede, la vostra devozione, la pietÓ vostra verso i Santi Protettori.
    Ebbene un'ultima cosa bisogna alla nostra Chiesa per completarne le stupende meraviglie, voglio dire un Organo conveniente. Voi non ignorate come l'organo Ŕ l'anima e la vita del canto liturgico nelle funzioni ecclesiastiche. Il suono e le melodie dell'Organo sollevano il nostro spirito a quelle armonie celesti che gli Angeli fanno echeggiare di continuo nel firmamento dei Cieli, e noi della Chiesa militante ci uniamo a quelli della Chiesa Trionfante per inneggiare all'Altissimo.
    Perci˛ lo Spirito Santo per bocca del suo Profeta ci ha fatto precetto di lodare il Signore in "Chordis et organo". Di qui la mondiale costumanza di usare indispensabilmente l'Organo nel rito e nelle funzioni ecclesiastiche.
    Aggiungete che quando gli Angeli Terrestri, i Sacerdoti lodano con l'Organo il Signore, lo fanno ancora per conto vostro. Voi state nelle vostre case, nelle campagne, nei negozi, negli uffici, nelle occupazioni della vita, ed essi nella Chiesa mediante l'Organo lodano Dio per voi, lo pregano per voi e chiamano su di voi le divine misericordie. Oh quanto Ŕ sublime, quanto necessario, quanto Divino il suono dell'Organo!
    Voi avete fatto il pi¨, ben volentieri farete ancora il meno. E per agevolare la vostra contribuzione prego la rispettabile Deputazione per la festa di San Sabino, il Vice-Presidente Dottor Andrea Mele, il Reverendo Don Francesco Saverio Luisi, e tutti gli altri componenti la nobile Deputazione a far girare per tutte le famiglie le cassette domenicali onde raccogliere l'obolo per l'Organo. Le famiglie daranno un soldo per settimana: ma quelle che spontaneamente volessero dare di pi¨, benissimo lo potranno fare, ed acquisteranno maggiori meriti.
    Sono sicuro che questa mia lettera riuscirÓ accettevole non solo a tutto il popolo, ma benanche alla Deputazione, la quale andrÓ gloriosa di aver tanto contribuito allo splendore ed al finale completamento del nostro Duomo.
    Sono anche sicuro che risponderete al di lÓ del bisogno come in passato ad onta delle strettezze finanziarie. Darete uno ed avrete cento. Ed ora amatissimi Concittadini non mi rimane che sollevare le mie braccia al Cielo, ed implorare sulle vostre famiglie, sulle vostre campagne ed industrie le pi¨ elette benedizioni di Dio.

   Vivete felici e pregate sempre pel vostro.


                                                                                  Amatissimo Concittadino
                                                                                     Antonio Maria Losito
                                                                                        del SS. Redentore 


Torna su